LA VITA È TROPPO BREVE PER PASSARLA A RISINTONIZZARE L’APPARECCHIO ACUSTICO


Se Anna non cura i pazienti, non fa la babysitter o non sta con gli amici, quasi sicuramente non ha visitato il suo audioprotesista. Anna è orgogliosa di come ci sente bene, indipendentemente da dove sia. Questa è la sua storia:

Se c'è una cosa di cui non ho bisogno nella mia vita è avere più appuntamenti. Non ho il tempo né la voglia di andare in qualsiasi altro ambulatorio tranne il mio! 
E quindi mi aspetto di essere in grado di regolare il mio ausilio acustico in autonomia, ogni volta che ne ho bisogno. E non importa dove sono o cosa sta succedendo, sarà meglio che reagisca immediatamente, sia che stia dando un input specifico in quel momento o meno.

Questo è il motivo per cui mi piace EVOKE. Sembra quasi che sappia dove sono e quali tipi di suoni mi servono. È in grado di ricordare le mie preferenze, sapete? Poi si regola automaticamente, così posso sentire tutto ciò che è importante. 

Da quando è nata la mia nipotina, aiuto mia figlia facendo la babysitter almeno ogni mercoledì pomeriggio, e a volte anche nei fine settimana. 

C'è un'enorme differenza tra tutti i suoni che sento al lavoro e quando sono in giro per la città, per non parlare dei suoni che fa la piccola!

In qualche modo, sembra tutto molto naturale, e riesco sempre a sentire le singole voci, il che è davvero importante per me.

La mia audioprotesista chiama EVOKE un apparecchio acustico intelligente, e ha ragione. A mio parere, una delle cose più intelligenti è il fatto che non mi ricorda costantemente quanto è peggiorato il mio udito. Funziona e basta. 

Non mi sento ancora così vecchia da portare un apparecchio acustico. E la vita è troppo breve per passarla a risintonizzarlo.
NOME: Anna Z.

ETÀ: 61

OCCUPAZIONE: Fisioterapista

ANNI COME UTENTE DI APPARECCHI ACUSTICI: 1

COME HAI SCOPERTO DI AVER BISOGNO DI UN APPARECCHIO ACUSTICO:
Trovavo sempre più difficile sentire quello che dicevano i miei clienti, soprattutto le donne e i bambini

COLORE DI WIDEX EVOKE: Grigio argento

SUONO PREFERITO IN INTERNI: La mia nipotina che "parla"

SUONO PREFERITO IN ESTERNI: Il bip della metropolitana che lascia la stazione... senza il mio respiro ansimante

I CONSIGLI DI ANNA

Fate pace con il fatto che potete sentirvi ancora giovani ma avete bisogno di un apparecchio acustico.
Prendetevi 5 minuti per scoprire come controllare personalmente EVOKE: è un ottimo investimento.
Non lavorate troppo. I vostri nipoti saranno grandi prima che ve ne accorgiate.

5 SEGNI CHE AVETE BISOGNO DI UN APPARECCHIO ACUSTICO

  • Alzare il volume della TV
  • Capire male quando gli altri parlano
  • Dare risposte strane alle domande

  • Riuscire a sentire, ma non a capire cosa viene detto
  • Difficoltà nell'udire i suoni ad alta frequenza, come i bip del forno a microonde o il canto degli uccelli
Pensate di avere un deficit uditivo?

Si ricorda le mie preferenze

Ed preferisce stare lontano dalla folla. Ma ovunque sia, vuole controllare il suo apparecchio acustico in modo intuitivo, e farlo funzionare automaticamente. Scopri perché.
I giorni intensi diventano serate intense per Carl, che ama il buon cibo e la buona musica. Dopo aver provato tanti apparecchi acustici, è finalmente felice. Per saperne di più.
Un’app per apparecchio acustico davvero intelligente dà a voi il controllo.

Contattaci

Hai domande o commenti per noi? Non esitare a contattare Widex. Contattaci

Scegli Paese/Regione

Widex Hörgeräte AG

Hertistrasse 21
8304 Wallisellen
Tel.: 043 233 42 42